Vieri Peroncini

Latest Posts, REALize!

Negri, vade retro: l’innovativa idea del Muro di Calais


No Comments

Poi dicono che la gente non ama la Storia. Au contraire (il francese è d’obbligo), l’amiamo moltissimo, come nella barzelletta della signora che chiede alla mamma come si è trovato il figlio in Prima Media, e l’altra risponde “Oh, benissimo, tanto bene che quest’anno la ripete”. Ecco, noi (ed è un noi europeo, mica scherziamo)

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Read More

Latest Posts, REALize!

Giappone o Italia, il lavoro questo sconosciuto (basta sfruttare vecchi e migranti)


No Comments

In principio fu Il senso di Smilla per la neve (e Smilla Jaspersen precedette di gran lunga Lisbeth Salander): la questione, buttata là, di quante siano le parole inuit per definire la neve. Quante che siano, la necessità alla base è più che evidente e corretta: parimenti, noi oggi dovremmo trovare più termini per definire

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Read More

Latest Posts, REALize!

Mattarella sul terrorismo: non più aria fritta, ma smossa


No Comments

C’erano attentati continui ed ingiustificati. Fatti a caso. Servivano allo Stato a limitare le libertà dei cittadini. Ad ogni attentato si  facevano leggi restrittive delle libertà – 1984, George Orwell. Con spirito masochista, seguo alcune pagine relative alla vita (sempre che questa si possa chiamare vita, cit.) del mio paesucolo, e l’altro giorno ho avuto

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Read More

Latest Posts, REALize!

Traffico d’organi, quando anche gli ultimi hanno un valore


No Comments

E mentre Nina Moric ritiene che la cellulite di Paola Ferrari sia un argomento di cui tutta Italia dovrebbe interessarsi, nonché una vergogna per la giornalista (Nina Moric vs Paola Ferrari: “Pur di non vedere tutta quella cellulite vado io in Rai gratis” – riportiamo con la speranza che qualcuno le risponda “No grazie, nemmeno

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Read More

Latest Posts, REALize!

Droga: dramma umano o dramma economico?


No Comments

 Alle multinazionali l’ardua sentenza Oggi 26 giugno è una Giornata Mondiale contro la Droga. Lo apprendo con piacere, e me ne compiaccio, girovagando per la Rete: qui, mi capita di apprezzare alcune bellezze semantiche, tipo che la lotta che si celebra oggi è contro il consumo e il traffico illecito di droga. Il 16 gennaio 2003 ho

  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Read More